Tel: 348 5841752   |   Fax: 055 9029987  |     Email: studiomedicolentini@gmail.com
© fecondazioneassistita.it tutti i diritti riservati
Di fronte ad una condizione di infertilità di coppia le indagini nella donna sono principalmente volte ad indagare: A) La funzionalità ovulatoria e la riserva ovarica; B) Eventuali alterazioni a carico delle tube; C) Eventuali alterazioni a carico dell’utero; D) Presenza di ulteriori fattori che potrebbero interferire con la fertilità siano essi anatomici che funzionali.
Gli esami nella donna
A) FUNZIONALITA’ OVULATORIA E RISERVA OVARICA Tale valutazione si avvale di indagini strumentali quali il monitoraggio ecografico dell’ovulazione, la conta ecografica dei follicoli antrali e di indagini ematochimiche che comprendono essenzialmente i dosaggio ormonali: FSH, AMH, Inibina b.
B) ALTERAZIONI A CARICO DELLE TUBE Le indagini volte ad indagare il cosidetto fattore tubarico di infertilità si basano essenzialmente su indagini strumentali quali la isterosalpingografia e la sonoisterosalpingografia, anche se alcune indagini ematochimiche, quali in primo luogo la ricerca di anticorpi anti-clamydia, può essere di aiuto per aiutare a comprendere il quadro.
C) EVENTUALI ALTERAZIONI A CARICO DELL’UTERO Le indagini volte ad indagare il cosidetto fattore uterino di infertilità sono essenzialmente rappresentate dalla ecografia pelvica transvaginale (eventualmente tridimensionale) e dalla isteroscopia diagnostica.