Tel: 348 5841752   |   Fax: 055 9029987  |     Email: studiomedicolentini@gmail.com
© fecondazioneassistita.it tutti i diritti riservati
Il fattore femminile
In base a quanto pubblicato dal Registro Nazionale Procreazione Assistita, nel 2014 il 40,4% delle coppie che hanno fatto ricorso alla fecondazione in vitro presentavano come indicazione esclusiva un fattore femminile. Inoltre in un ulteriore 17,3 % dei casi tale fattore ha agito in concomitanza con un fattore maschile. In totale in quell’anno sono stati eseguiti 18.576 cicli di fecondazione in vitro a seguito di una indicazione derivante da un fattore femminile. Nel grafico accanto è possibile osservare come, nel contesto di tale fattore, la distribuzione delle singole condizioni è stata la seguente: 28 % Ridotta riserva ovarica; 24% Fattore tubarico; 17% Fattore multiplo femminile; 15% Infertilità endocrino- ovulatoria; 13% Endometriosi; 3% Poliabortività. In alcuni casi inoltre vi possono essere dell condizioni in cui l’utero non è in grado di supportare la gravidanza. In questi casi si parla di fattore uterino: Clicca sui singoli link per approfondire gli argomenti.